Torta salata con topinambur e porri

By
178
Torta salata con topinambur e porri

Facciamo il pieno di benessere con il Topinambur:

Tubero ormai dimenticato, sia a scopo alimentare che fitoterapico

 

Hai presente quelle margherite gialle, che nascono ai bordi delle strade? Quelle con lo stelo lungo?

Questo fiore giallo e luminoso spunta e segue il sole in cielo tra Agosto e Ottobre, e poi si secca. Nessuna tristezza, la primavera successiva dai tuberi arriveranno altri fiori.

Per questo motivo sono chiamati “fiori del sole” ed alla loro radice è attaccato un rizoma che si chiama Topinambur, detto anche carciofo di Gerusalemme.

Il sapore delicato ricorda quello del carciofo ed oggi prepareremo una buonissima torta salata, che sarà perfetta per il periodo Pasquale. 

Questo tubero ha innumerevoli benefici, uno dei principali è che fornisce pochissime calorie (ca. 30 Kcal per 100 grammi di prodotto), ma è miniera di inulina (fino al 60% del peso secco), il che lo rende particolarmente indicato per i diabetici. Non a caso, è stato osservato che la glicemia, in seguito ad un pasto di soli topinambur, rimane invariata: ciò significa che la ghiandola pancreatica non viene stimolata a produrre insulina per equilibrare il tasso di glucosio nel sangue

[tratto da I cibi antiossidanti. Mangiare bene per prevenire e combattere la malattia, di Johannes F. Coy, Maren Franz].

I topinambur sono costituiti da una buona quantità di acqua (80%), di vitamina A e tracce di vitamine del gruppo B, ma anche sali minerali (ferro, potassio, silicio, fosforo, magnesio) e aminoacidi quali asparagina ed arginina.

 

INGREDIENTI

· 1 Sfoglia già pronta di pasta briseè

· 400 g di topinambur

· 1 porro

· 1 spicchio di aglio

· Timo qb

· Sale e pepe

· 150 g di grana padano

· 3 uova

· 150 ml di panna fresca

· 150 g Formaggio tipo caciotta

· Olio qb

 

PROCEDIMENTO

 

Dopo aver pulito il topinambur (consiglio usa un pelapatate e farai meno fatica), taglialo a fettine e fallo saltare in padella assieme al porro tagliato a rondelle. Aggiungi un rametto di timo. Regola di sale e pepe e quando si saranno ammorbiditi, lasciali raffreddare.

Stendi in una tortiera da 22 cm di diametro, la pasta briseè.

Frulla le uova con la panna ed il Grana padano, aggiungi sale e pepe. Stendi sulla superfice della briseè uno strato delle verdure che hai cotto prima, e prosegui alternando con la panna e le uova fino ad esaurimento, copri con pezzettini di caciotta.

Cuoci in forno per 40 minuti a 170 gradi ventilato.

Buon appetito!

Ingredienti acquistabili

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *